I 40 giorni più pericolosi della tua vita

Se stai già pensando al diluvio universale raccontato nella Bibbia come immagino, sei fuori strada, qui come sai si parla di utenze di energia elettrica e gas e, 40 giorni, sono il tempo burocratico per una tipologia di voltura che, se mal gestita, può crearti montagne di problemi che nemmeno immagini.

Ma procediamo per gradi.

Nella tua carriera di agente immobiliare sono sicuro che tu abbia sempre dato carta bianca al cliente per le questioni che non ti competono direttamente. 

Un esempio su tutti è certamente quello di non occuparti delle volture di luce e gas e di lasciare che il cliente scelga a quale fornitore rivolgersi.

O peggio te ne occupi tu, dopo aver chiesto al cliente di scegliere la società di vendita con la quale vorrebbe entrare in fornitura.

Che sia il primo o il secondo caso, c’è un pericolo di cui tu e  il tuo cliente dovete essere a conoscenza.

(altro…)

ECCO PERCHÉ, ECIM (FORSE) NON FA PER TE

Ciò che probabilmente tu e i tuoi collaboratori fate ogni mese come: “fare zona”, fare telemarketing per chiamare gli annunci degli alloggi messi in vendita da altre agenzie o andare a chiamare i privati che hanno messo in vendita o in affitto le loro abitazioni, possiamo tranquillamente identificarlo come azioni per acquisire nuovi clienti.

Tra l’altro, ti faccio i complimenti perchè penso sia un lavoro di ricerca di nuovi clienti non indifferente. Questo richiede sforzi e risorse notevoli nonché, una volta acquisiti, un ulteriore impegno nella gestione degli stessi.

In alcuni tuoi colleghi tuttavia, nonostante tutto questo, ad un certo punto scatta qualcosa che non so spiegarmi e che vorrei sottoporre alla tua attenzione.

(altro…)

Hai già comprato la divisa da arbitro ?

Non è raro assistere a trattative “storte” tra venditore ed acquirente per ogni singolo aspetto della vendita dell’immobile, con grande stress da parte tua che sei lì a fare da mediatore (per non dire arbitro) tra le parti.

Ora, delle mille questioni che ci sono in una fase di compravendita non mi permetto minimamente di entrare nel merito, non essendo il mio campo.

Quello che posso certamente fare è dirti la mia sulla questione volture/chiusure contatori luce e gas durante una compravendita appunto.

Innanzitutto: come mai possono nascere screzi tra chi vende e chi acquista in merito ai contatori?

(altro…)

“Tempo zero”

Diciamoci la verità, nel tuo quotidiano lavoro di agente immobiliare sono sicuro che la maggior parte degli appuntamenti che fissi sono tempo perso.

Mi spiego subito, prima che nascano malintesi.

In un mondo ideale se ad ogni appuntamento fissato, “piazzassi” una vendita o una locazione, sarebbe davvero fantastico.

In campo militare viene utilizzata la terminologia: “one shot, one kill” (più precisamente è una dicitura legata ai cecchini), che possiamo tradurre in “un colpo, un’uccisione” o più semplicemente: “a colpo sicuro”.

Chi non vorrebbe vedere funzionare il proprio settore in questo modo, soprattutto se siamo nel commerciale?! Tuttavia la realtà è un’altra.

(altro…)

Costi e sconti in fattura

Lavorare con un fornitore che crede in un progetto come quello di ECIM e che ti sostiene, portando enormi vantaggi al cliente finale in primis e a te agente immobiliare che ce lo hai segnalato, è sicuramente un aspetto da non sottovalutare.

Talvolta mi rendo conto che, qualcosa che sembra essere troppo vantaggioso possa far nascere delle perplessità legate alla parte economica.

Di base questo pensiero è nella testa del modo di pensare italiano In culture diverse, come ad esempio quella anglosassone, tutto cambia.

(altro…)

Quanto mi costi?

Diciamolo apertamente, il settore dell’energia è una tra le commodities più gettonate e allo stesso tempo, più screditate degli ultimi 10 anni.

Questo grazie a chi, da quando è nato il mercato libero, si è sempre approfittato dell’ignoranza in materia della brava gente, appioppando contratti poco convenienti con metodologie truffaldine.

Il problema fondamentale è la diffidenza (giusta) che oramai pervade ogni singolo individuo al solo suono delle parole “luce” e “gas”.

E nel tuo caso, questo non vale solo per chi acquista o prende in affitto un appartamento.

(altro…)

La bomba travestita da plico

Quando entro per la prima volta in un’agenzia immobiliare per spiegare ciò di cui mi occupo(e se abbiamo già un rapporto di collaborazione ricorderai il nostro primo incontro), prima di elencare i vantaggi e tutto ciò che grazie all’aiuto del mio staff, posso fare per i loro clienti, pongo sempre una domanda.

“Voi vi occupate delle utenze di energia elettrica e gas di chi compra o affitta?”

Normalmente ricevo tre risposte ben distinte tra loro e, riassunte in maniera spiccia sono queste:

(altro…)

“Escimi la bolletta”

Qualche mese fa espressioni di forma dialettale, come quella del titolo sono state argomento di dibattito sui vari canali di informazione e social.

Non mi soffermerò sul se sia corretto o meno e se ha ragione l’accademia della crusca. 

Anzi ad essere sincero la cosa non mi interessa minimamente. 

Tuttavia, ho voluto usare tale titolo in questo editoriale, per un motivo ben preciso. Trovo che l’espressione: “escimi la bolletta” rispecchi in maniera caricaturale e veritiera il mercato dell’energia. O meglio, lo rispecchia quando si pensa al mercato dell’energia elettrica e del gas oggigiorno.

Dal 2007 (anno in cui è nato il mercato libero dell’energia) sono spuntate aziende fornitrici come funghi nel bosco. 

(altro…)

Ecco come aumentare la percezione della mediazione immobiliare grazie all’acqua del supermercato.

Oggi voglio farti riflettere su qualcosa che magari preso dalle mille faccende quotidiane non hai
mai trovato il modo di approfondire ma che fa parte di quegli interrogativi che un imprenditore si
pone.

Si tratta di una domanda banale, alla quale non è così facile rispondere.

La domanda è questa:
“Perchè un cliente dovrebbe venire da me piuttosto che da un mio competitor?”

(altro…)

La legge della preminenza

Non è la specie più forte o la più intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al
cambiamento

Questa citazione, che è stata sempre attribuita a Charles Darwin ma che recentemente pare non sia stata mai pronunciata da quest’ultimo, possiamo adattarla a vari settori, non solo al regno animale.


Ad esempio al Mercato che, nei secoli, ha subito molti cambiamenti.
Un tempo era concentrato (a causa della scarsità) sul commercio delle materie prime che venivano
vendute ai clienti finali.
Poi l’abbondanza di materie prime ha generato la nascita di prodotti finiti, a disposizione dei vari clienti
che anziché partire dalle materie prime preferivano acquistare qualcosa di “già fatto”.
Il passo successivo fu la nascita dei servizi.

(altro…)
Scroll Up