Se hai visto almeno una volta Pulp Fiction di Quentin Tarantino conoscerai sicuramente questo pittoresco personaggio, le cui peculiarità sono la freddezza e il pragmatismo con cui risolve i problemi a chi lo contatta, che siano questi di varia natura.

Infatti, i personaggi interpretati da un eccezionale Samuel L. Jackson e un rilanciato alla carriera John Travolta, dopo aver combinato un pasticcio e aver cercato di risolvere con un primo tentativo di richiesta di aiuto all’amico Jimmy (interpretato dallo stesso Quentin Tarantino) chiamano il Signor Wolfe.

Ora, non dico che risolvere i problemi con le utenze sia grave come ciò che accade nella scena del film ma, alcune problematiche sulle forniture, richiedono sicuramente professionalità e competenze per essere gestite.

Come nel caso di cui ho piacere di parlarti oggi che, capita sia quando non ti occupi di aiutare i clienti con le attivazioni di luce e gas e sia quando lo fai, anzichè affidarti ad un professionista del settore.

Ho inoltre piacere di farlo perchè capita ancora troppo spesso che, alcuni tuoi colleghi, si rivolgano a noi dopo che prima il cliente e dopo egli stesso, hanno perso un mare di tempo al telefono cercando di risolvere un problema su una “semplice” utenza gas.

Il caso è il seguente ed è dei più classici: 

un tuo cliente ha appena preso casa in locazione, in cui c’è il gas da volturare (o riattivare non cambia) e tutto ciò che si ha è una foto scattata al contatore.

Dopo aver ricevuto finalmente le chiavi, decide di chiamare (o di recarsi presso un negozio) il fornitore con il quale si presuppone sia in fornitura in caso di utenza attiva, o uno a caso tra quelli presenti nel mercato dell’energia con il quale si vuole riattivare.

Ed ecco il primo problema, quale dato comunicare al fornitore, se tutto ciò che hai è la matricola scritta sullo stesso?

Devi sapere che la maggior parte dei fornitori per poter riattivare hanno bisogno del codice PDR. E che solo con tale codice possono procedere.

NOTA: Dove trovo il codice PDR? 

  • sulla bolletta del precedente
  • su un’etichetta apposta sul contatore

Le ragioni possono essere diverse:

alcuni operatori non hanno voglia di fare la ricerca con il numero di matricola, alcuni non hanno le competenze, altri non hanno proprio accesso al portale del Distributore locale.

Quindi l’esito di una o più chiamate o l’essere andato in diversi negozi si tramuta in quello che per loro è un problema del cliente. 

Spostano infatti il problema su di lui, anzichè risolverlo.

Una volta stanco dei vani tentativi, il cliente chiamerà te, suo punto di riferimento per la nuova casa, chiedendoti il codice PDR.

Dalla tua, farai una chiamata al proprietario chiedendo di avere il codice PDR.


Ma il proprietario, non si è mai intestato le utenze, non ha bollette del vecchio inquilino e al telefono quest’ultimo non risponde.

Richiami il cliente dicendo che non puoi aiutarlo.

Anche tu involontariamente hai rimbalzato il problema di nuovo sul cliente.

Insomma in questa assurda pseudo-partita a tennis in cui la palla rimbalza da una parte all’altra, il cliente è ancora senza gas, alterato, e tu hai fatto una pessima figura.

Avete inoltre perso un mare di tempo entrambi.

Cosa fare quindi? 

Hai 2 strade:

  1. prendere in carico il problema
  2. chiamare ECIM

Analizziamo le due strade.

1) prenderti in carico la cosa (o farlo fare al cliente), andando fisicamente alla sede del distributore locale (Italgas, 2iretegas o altro), con una foto del contatore, e chiedere che ti venga dato il pdr.

É infatti solo il distributore locale, che è il proprietario dei contatori, in grado di risalire al PDR tramite la matricola del contatore e qualche altro dato. 


C’è solo un piccolo particolare che quasi dimenticavo, devi prima individuare il distributore locale di zona ed andarci, fisicamente.

2) Chiamare Eenrgia Chiavi in Mano e creare una collaborazione con noi.

Prenderemo noi il problema sulle spalle e andremo avanti finche non sarà risolto.

Un problema come questo normalmente, seguendo le nostre procedure, si risolve in 24 ore.

Se volessimo racchiudere in due frasi ciò che differenzia dare il servizio ECIM ai tuoi clienti e non offrirlo avremmo questo:

  • I call center e i negozi spostano il problema sul cliente.
  • Noi ce  ne facciamo carico, facendo l’mpossibile per risolvere

Chiama adesso 800.935.973 e offri un servizio d’eccellena e gratuito ai tuoi clienti. 

Senza fagli fare code agli sportelli, chiamare call center e per poi non risolvere e dover stressare te.

All’altro capo del telefono troverai direttamente me, non il signor wolfe. 

Sono Francesco Coda,
risolvo problemi…sulle utenze di luce e gas.

Scroll Up