Qualche mese fa espressioni di forma dialettale, come quella del titolo sono state argomento di dibattito sui vari canali di informazione e social.

Non mi soffermerò sul se sia corretto o meno e se ha ragione l’accademia della crusca. 

Anzi ad essere sincero la cosa non mi interessa minimamente. 

Tuttavia, ho voluto usare tale titolo in questo editoriale, per un motivo ben preciso. Trovo che l’espressione: “escimi la bolletta” rispecchi in maniera caricaturale e veritiera il mercato dell’energia. O meglio, lo rispecchia quando si pensa al mercato dell’energia elettrica e del gas oggigiorno.

Dal 2007 (anno in cui è nato il mercato libero dell’energia) sono spuntate aziende fornitrici come funghi nel bosco. 

Ora io adoro i funghi, ma non tollero chi sfrutta l’ignoranza delle persone per proprio profitto.

Il numero attuale di fornitori di luce e gas in italia oggi è di circa 600 aziende.

S – E – I – C – E – N – T – O

Tra queste, forse una decina hanno un’etica degna di chiamarsi tale. 

Infatti, tra i vari errori che un fornitore può commettere (scarso customer care, fatturazioni errate, letture non considerate volutamente, ecc. l’errore più grande è, a mio avviso, nell’acquisizione del cliente.

Essa si è ridotta a 2 canali: la vendita porta a porta e il telemarketing. 

Ancora oggi che oramai tali procedure hanno saturato il mercato.

Si insomma, non so tu ma io ne ho le “scatole piene” di ricevere gente o telefonate in momenti inopportuni. 

Volevo scrivere una parolaccia ma ho scritto “scatole”.

Tornando al nostro titolo, mi sembra chiaro che quando lo “pseudo venditore porta a porta” ti entra in casa (o in ufficio) o ti chiama al telefono, dopo la “supercazzola” recitata a memoria che cosa ti dirà?

“Escimi la bolletta”. 

E’ quello lo scopo, fare in modo che tu gli fornisca i dati per poterti appioppare un nuovo contratto di fornitura.

Beh, forse non lo dirà in questo modo e si spera conosca qualche parola di italiano in più.. Ma il succo è quello. 

Voglio confessarti una cosa, arrivo da lì anche io. 

La mia carriera in questo settore è iniziata proprio dalla vendita porta porta ma è durata molto poco. Ad un certo punto mi sono chiesto se ci fosse stato un modo per fare gli interessi del cliente e non i propri, in modo da costruire una base solida e non dover ricominciare ogni mese da zero.

Infatti chi fa porta a porta o telemarketing, ogni mese riparte da capo e ha l’obiettivo di fare numeri (contratti) per poter realizzare uno stipendio, tanti numeri. Non ha il tempo di seguire il cliente e di aiutarlo a risolvere le problematiche. 

Ogni giorno per strada a consumare suole o in un call center con l’orecchio che fonde a fare chiamate. Con un metodo toccata e fuga. 

Lasciando numeri falsi e false informazioni utilizzando metodi studiati e truffaldini.

La consulenza, la dedizione al cliente e l’etica sono un’altra cosa.

Energia chiavi in Mano™ si concentra su quest’ultima parte. Ed è principalmente per questo motivo che ho abbracciato l’idea ECIM nata da Francesco Cristiano e Ivano Pugliese, autori del libro “ Maledette Bollette” e ho collaborato alla creazione di questo servizio.

Volto ad aiutare non solo te agente immobiliare, ma soprattutto i tuoi clienti, per quanto riguarda le attivazioni di energia elettrica e gas.

Oggi ne sono il responsabile commerciale ed è oramai da diversi anni che non chiedo più alle persone: “escimi la bolletta”.

Invece ecco il numero sul quale chiamare per ricevere tutte le informazioni su Energia Chiavi In Mano™

A presto,

Francesco Coda

Responsabile commerciale ECIM.

Scroll Up